Newsletter Febbraio 2014

Diritto del Lavoro

Il Rito Fornero spiaggiato dal Comandante Schettino

Assistenza e Tutela Legale Divisione PMI

Scritto dall’Avv. Elena Clemente Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: E-mail

Martedì 25/02/2014 - www.studioclemente.it

La Costa Concordia arriva direttamente alla Corte di Cassazione ed “incaglia” il Rito Fornero. Infatti con l’Ordinanza n. 3838/2014 depositata in data 19/02/2014, la Suprema Corte ha deciso di rinviare alle Sezioni Unite la decisione in merito alla possibilità da parte del datore di lavoro di ricorrere al Rito Fornero al fine di accertare la validità del licenziamento di un proprio dipendente, così come aveva fatto la Costa Crociere Spa con il comandante Schettino.

Nel luglio del 2012 ed in seguito al famoso “inchino”, la Costa Crociere Spa non solo aveva licenziato il comandante, ma aveva anche promosso avanti il Tribunale di Genova il successivo ricorso secondo le forme e le regole previste dalla L. 92/2012 (Rito Fornero) volto ad ottenere l’accertamento della legittimità di tale recesso.

La difesa del comandante Schettino ha però presentato un secondo ricorso ex L.92/2012 presso il Tribunale di Torre Annunziata ed ha eccepito alla Costa Crociere Spa di avere violato la competenza territoriale e di avere utilizzato il rito sommario impropriamente, in quanto dedicato dalla L. 92/2012 alla difesa del solo lavoratore.

Il Tribunale di Genova ha però respinto entrambe le eccezioni dei legali del lavoratore, sostenendo che è diritto innegabile del datore di lavoro quello di ricorrere al Rito Fornero per avere una definizione celere del contenzioso con il lavoratore.

Il Tribunale di Torre Annunziata, preso quindi atto di questo pronunciamento, ha disposto la cancellazione della causa iniziata da Schettino.

Il comandante ricorreva quindi in Cassazione richiedendo alla Corte di accertare la competenza del Tribunale di Torre Annunziata, riproponendo la motivazione già adottata in precedenza, ovvero che la causa promossa avanti il Tribunale di Genova dovesse ritenersi inammissibile poiché il datore di lavoro non ha facoltà di utilizzare il Rito Fornero al fine dell’accertamento della legittimità di un licenziamento.

La Corte di Cassazione ha quindi deciso di non decidere. L’Ordinanza n. 3838/2014, preso atto della rilevanza della questione promossa al Suo giudizio ed altresì ritenuto che la Legge Fornero abbia riservato il procedimento sommario alle impugnative di licenziamento e non alle domande di accertamento della legittimità dello stesso, ha comunque rinviato la decisione alle Sezioni Unite.

Il comandante Schettino riesce per la seconda volta a spiaggiare la Costa Crociere. Infatti un processo del lavoro di tale richiamo e di tale portata, pur iniziato nel luglio del 2012, dopo quasi 2 anni non ha ancora visto svolgersi la prima udienza di merito.

Per ulteriori informazioni o maggiori chiarimenti relativi a questo argomento non esitate a visitare il nostro sito o a chiamarci allo 0331 1770041.